In Romania in campo con i cani randagi per l’adozione

La federazione calcistica rumena, riporta lazampa.it, ha lanciato un’iniziativa per il prossimo campionato di prima divisione: tutti i giocatori scenderanno in campo con i cuccioli abbandonati per promuoverne l’adozione, incentivarne l’amore e l’attenzione.
Per rispettare gli amici a quattro zampe, inoltre, sugli spalti delle partite saranno vietati petardi e fumogeni per i 90 minuti di gioco.

I cani portati in braccio dai calciatori, oltre che a comparire in TV nelle riprese della partita, avranno al collo un foulard con scritto il proprio nome per poter essere adottati in maniera consapevole. Chi interessato, potrà contattare l’associazione che insieme alla federazione calcistica ha avviato l’iniziativa.

Un progetto lodevole per la Romania, che per decenni ha gestito il randagismo con soluzioni drastiche che hanno scatenato spesso delle reazioni anche a livello internazionale. Ora punta invece a cambiare approccio nel segno dell’amore tra uomo e animale.