Eventi e News

news_consumatori settembre intervista a davide cavalieri di rado bau

Radio Montecarlo e Radio Bau amici di Alimenta l’amore – Rivista Consumatori

Tra gli amici storici che ci sono stati accanto e hanno seguito l’evoluzione di Alimenta l’Amore c’è Radio Bau.
La web radio è molto seguita, fa parte del gruppo Finelco (Radio Monte Carlo, Radio105 e Virgin Radio).
Negli anni è diventata un vero e proprio punto di riferimento per chi ama gli animali e per noi è stata un’alleata importante per celebrare i nostri successi.
Davide Cavalieri l’ideatore e l’anima della radio ci racconta come è nata: «Ho sempre amato gli animali, fin da bambino, peccato però che ero allergico al loro pelo!
Tutte le volte che ne prendevo uno in braccio stavo molto male, ma il desiderio di avere un cucciolo tutto mio era molto forte.
Così un giorno, quando avevo sei anni, mia mamma mi ha fatto trovare un gattino dentro una pantofola, era bianco e nero e gli avevo dato il nome
Celestino. Ero al settimo cielo! Ma, ancora una volta, la malattia si è manifestata con prepotenza e il micetto è stato affidato ai vicini.
La sentenza era definitiva, non potevamo tenere animali in casa. Quando però andavamo in vacanza in Val di Susa ricordo che mi imbrancavo con
alcuni cani randagi del paese, facevamo lunghe passeggiate nei boschi e passavamo molto tempo insieme. Qualcuno lo ritrovavo l’anno successivo, altri no. Era un’amicizia che durava il tempo di un’estate, ma era un sentimento vero».

Il ruolo della radio è molto importante per promuovere, attraverso rubriche e interviste, una corretta informazione sulle tematiche legate agli animali e all’ambiente. «Radio Bau è nata circa dieci anni fa con lo scopo di raccontare le sfumature che caratterizzano il nostro rapporto con gli animali, dando spazio anche ad alcune curiosità e rubriche divertenti come, per esempio, AstroBau, l’oroscopo per i quattrozampe. Promuoviamo eventi e appuntamenti che hanno per protagonisti i nostri amici, ma più di tutto vogliamo far passare delle suggestioni. Recentemente ho intervistato Nicola, un ragazzo che ha deciso di fare il cammino di Santiago in compagnia di Alex, il proprio cane, un’esperienza molto intensa, ma non tutta rose e fiori poiché le strutture lungo il percorso non sono ancora pronte ad ospitare anche gli animali.
Diciamoci la verità, parlare di animali va un po’ di moda… e se da una parte incrementare la conoscenza è un aspetto positivo, bisogna stare attenti a farlo nel modo corretto.
Di pet therapy e di agility, per esempio, si è parlato parecchio negli ultimi anni, con il rischio, in virtù di un guadagno e di una visibilità facili, di creare dei danni o di dare informazioni sbagliate.
Un giorno alla televisione hanno trasmesso un servizio dove due signore accoglievano all’aeroporto i passeggeri, raccontando di fare pet therapy. La
pet therapy è un’altra cosa!».

A RadioBau sono passati anche personaggi eccentrici, come «Amelia Kinkade, un’attrice americana che sostiene di comunicare con gli animali telepaticamente, o attraverso i sogni, un incontro molto affascinante – prosegue Davide – oppure artisti come, Emma Marrone e Donatella Rettore, che si sono rivelati dei grandi amanti degli animali. Incontrare la Rettore poi è stata una grande emozione perché ero un suo fan da ragazzino. Da
noi sono passati anche l’etologo Giorgio Celli e la straordinaria astrofisica Margherita Hack, una donna umile, dal pensiero rivoluzionario e decisamente avanti per la sua generazione. Gli animali hanno avuto un ruolo importante nella sua vita e sono spesso ricordati nei suoi libri».

Sebbene la maggioranza degli italiani nutra un sentimento positivo nei confronti di cani e gatti il fenomeno del randagismo è ancora presente nel nostro Paese.
Secondo la Lega Nazionale per la Difesa del cane, in Italia ci sono circa 200.000 cani detenuti nei rifugi, cui se ne aggiungono oltre 400.000 che vivono in strada. I gatti senza famiglia sono invece circa 2.600.000 e purtroppo, come sappiamo, l’estate rappresenta un periodo molto critico per i nostri amici, ma gli abbandoni si verificano tutto l’anno.
«Per questa ragione – ci spiega il conduttore – abbiamo pensato insieme a Coop Lombardia e alla Lega Nazionale per la Difesa del Cane, ad una campagna contro l’abbandono che ha visto protagonisti molti artisti del mondo dello spettacolo che frequentano la nostra radio.
Zucchero, Ron, Riccardo Scamarcio, Arisa, Giovanni Caccamo, Carlo Conti, Elio, Lorenzo Fragola, Kay Rush, Giorgio Panariello, Giorgio Pasotti, Leonardo Pieraccioni, Francesco Renga, Ringo, Gianmarco Tognazzi, Federico Zampaglione e molti altri hanno prestato la loro immagine per ricordare quanto sia prezioso il rapporto tra l’uomo e i nostri animali d’affezione, perché come recita il titolo della campagna: Un amico non si abbandona!».

 

Articolo di Silvia Amodio pubblicato sulla rivista Consumatori – edizione Lombardia di settembre 2016.