Il carattere di un cane non dipende dalla sua razza

Qual è la discriminante che determina il tipo di comportamento di un cane? Il pregiudizio può portare ad affermare che il tipo di comportamento dei nostri amici a quattro zampe dipenda dalla razza e dall’istinto intrinseco di ognuno di loro: molti credono che alcune razze siano più aggressive di altre, e che siano da trattare con attenzione, mentre invece altre si crede siano più placide e tranquille, e che possano anche avere a che fare con i bambini. 

Invece, secondo uno studio pubblicato sulla rivista Science elaborato in seguito a una ricerca della University of Massachussets Chan Medical School, le basi scientifiche per questa concezione non ci sono.  La razza di un cane non influenza il suo carattere, che invece è determinato per oltre il 90% dall’ambiente in cui l’animale è cresciuto, dall’età, dal sesso e da altre caratteristiche, a prescindere dalla sua razza. 

 La razza di un cane influenza invece una caratteristica del carattere, cioè la capacità di obbedire alle istruzioni degli esseri umani: una determinata razza può imparare in maniera più semplice di un’altra i comandi. 

Il carattere dei nostri amici a quattro zampe è stato determinato nel corso di migliaia di anni di evoluzione da lupo selvatico a cane domestico, e ha quindi radici molto più antiche rispetto alle razze moderne, nate negli ultimi due secoli.