Eventi e News

Quasi Fratelli: conferenza stampa allo Urban Center Milano

Quasi Fratelli: conferenza stampa all’Urban Center Milano

Mercoledì 28 novembre Alimenta l’Amore presenterà il calendario 2019 “Quasi fratelli” all’Urban Center, all’interno della Galleria Vittorio Emanuele II a Milano.

Alimenta l’Amore, ancora una volta, sceglie Bruno Bozzetto per illustrare il proprio calendario.
Il noto regista e sceneggiatore usa da sempre l’ironia e l’umorismo per invitare gli spettatori a riflessioni intorno a temi profondi come l’inquinamento, la guerra e l’ecologia. E negli ultimi anni ha preso anche posizioni molto forti e chiare in difesa degli animali, che considera dei veri e propri amici.
Così, per il celebre papà del Signor Rossi, è risultato “semplice” animare con il suo tratto esclusivo, gli scatti realizzati da Silvia Amodio, fotografa e giornalista, da molti anni impegnata in progetti dal taglio zoo-antropologico. L’autrice riesce a cogliere il momento giusto per catturare l’espressione dei nostri pet restituendoci non solo ritratti divertenti, ma, invitandoci attraverso i suoi lavori a (ri)pensare al nostro rapporto con l’alterità animale.

Il pensiero dei protagonisti del Calendario 2019 è stato affidato a Guido Guerzoni, docente dell’Università Bocconi e autore di “Pets. Come gli animali domestici hanno invaso le nostre case e i nostri cuori”, un saggio molto divertente che racconta come la vita cambia per sempre quando si decide di far entrare in casa un animale.
Niente è lasciato al caso da Alimenta l’Amore, che da sempre propone molteplici iniziative culturali di spiccata solidarietà sociale, promosse con l’ausilio di Comuni e Associazioni del territorio lombardo.

Paola Fossati, garante per la tutela degli animali e docente alla facoltà di veterinaria, ricorda che quando uomini e animali uniscono le proprie esistenze, il loro legame si trasforma in un rapporto familiare.
È la famiglia contemporanea, che allarga la propria struttura sociale assumendo orgogliosamente una configurazione multispecie. Chi ne prende uno con sé, si assume la responsabilità di un essere vivente che non ha potuto scegliere se entrare, oppure no, in una “famiglia umana”, ma che da quel momento ne dipenderà. Chi vive con un animale dovrebbe essere consapevole di godere di una grande amicizia.

“Quasi fratelli” è un titolo adatto a descrivere queste dinamiche, quando un animale entra a far parte di una famiglia, diventa a tutti gli effetti un “quasi fratello” per i bambini e un “quasi figlio” per gli adulti. Estendendo così il concetto di genitorialità oltre i confini di specie.
Ricordiamoci però che cani, gatti, conigli, uccelli, hanno necessità e caratteristiche etologiche diverse: è corretto amare i nostri compagni di vita, ma trattarli come bambini significa non rispettarli. Gli animali sono interessanti proprio perché sono diversi da noi.
Alcuni dei protagonisti del calendario “Quasi fratelli” sono i cani e i gatti ospiti del Parco Canile Rifugio di Milano, mentre maiali e anatre sono la testimonianza di un importante cambiamento culturale che estende una relazione affettiva anche verso specie non convenzionali.

Ti aspettiamo mercoledì 28 novembre alle ore 16 all’Urban Center, all’interno della Galleria Vittorio Emanuele II a Milano, per celebrare l’amore e le famiglie contemporanee.
L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

 


 BRUNO BOZZETTO

(Milano, 1938) ha realizzato tre lungometraggi in animazione: “West and Soda”, “Vip mio fratello superuomo”, “Allegro non Troppo”, e numerosissimi cortometraggi, ottenendo prestigiosi premi tra cui l’Orso d’Oro al festival di Berlino del 1990 per “Mister Tao” e la nomination all’Oscar nel 1991 con “Cavallette”.
Tra i riconoscimenti ricevuti, cinque premi alla carriera e una laurea Honoris Causa. In collaborazione con Piero Angela ha diretto un centinaio di cortometraggi di divulgazione scientifica. Il suo personaggio più famoso è il signor Rossi.
Dal 2000 si dedica anche ad animazioni in flash per Internet, riscuotendo grande successo. Oggi, con l’appoggio del nuovo studio di produzione “Studio Bozzetto & Co” con sede operativa a Milano, lavora a nuove serie per la televisione.

SILVIA AMODIO

(Milano, 1968) si laurea in filosofia con una tesi sperimentale, svolta alle Hawaii, sulle competenze linguistiche dei delfini. Giornalista, fotografa e documentarista ha operato scelte espressive che coniugano etica ed estetica per affrontare temi complessi come la diffusione dell’Aids in Sudafrica, la pedofilia clericale, i bambini lavoratori in Perù, l’albinismo e la malnutrizione in Burkina Faso.
È spesso ospite di convegni e trasmissioni televisive e radiofoniche.
Da cinque anni promuove HumanDog, un progetto itinerante che indaga la relazione tra cane e padrone da un punto di vista zoo antropologico. Nel mondo della fotografia d’autore si è affermata esponendo i suoi lavori in gallerie e spazi istituzionali in Italia, Stati Uniti, Francia, Inghilterra, Olanda.

GUIDO GUERZONI

(Novara, 1967) vive a Milano. È Adjunct Professor presso l’Università “Luigi Bocconi”. Da venticinque anni si occupa di management delle istituzioni culturali e delle industrie creative, cultural studies e progettazione museale.
Ha insegnato ad Harvard, Victoria & Albert Museum, University of California, Davis.
Dal 2007 al 2018 ha diretto il progetto del Museo M9 di Venezia. Ama tutti gli animali ai quali ha dedicato il saggio “Pets. Come gli animali domestici hanno invaso le nostre case e i nostri cuori” (ed. Feltrinelli).
Collabora con la Rai, con diverse altre testate radio televisive e con Il sole24ore, l’Espresso, Repubblica, La Stampa, Vogue, AD, FMR, Zero, Rolling Stone e il Giornale dell’Arte.