Tutela degli animali e sviluppo sostenibile

Le associazioni animaliste e ambientaliste hanno lanciato un appello al governo Draghi, chiedendo di includere la tutela degli animali come esseri senzienti all’interno della riforma che prevede l’inserimento del concetto di sviluppo sostenibile in Costituzione. 
Gli animali sono parte dell’ambiente e salvaguardarli è direttamente collegato alla proposta costituzionale del governo. Lo sviluppo sostenibile riguarda, infatti, tutte le forme di vita presenti in natura, inclusi gli animali.

Il tema sarà all’ordine del giorno nella prima Commissione del Senato, che esaminerà le proposte di legge costituzionale in materia ambientale con l’obiettivo di ridisegnare il rapporto uomo-ambiente. Le associazioni chiedono che venga dato spazio anche alla richiesta di inserire nella carta costituzionale la tutela degli animali in quanto “esseri senzienti”.  Se finora sono stati considerati “oggetti” dalla legislazione italiana, è ormai acclarato che gli animali provino sentimenti a tutti gli effetti e che, nel caso di animali da compagnia, siano parte integrante delle famiglie che li accolgono.

La stessa pandemia che stiamo vivendo ha dimostrato come un rapporto di squilibrio con il mondo animale sia pericoloso per l’umanità. Secondo gli enti firmatari non sarà possibile, quindi, avere una transizione ecologica senza una svolta nella definizione giuridica della condizione dell’animale, in quanto parte integrante dell’ambiente da proteggere.

Tra gli enti firmatari vi sono Animal Law Italia con HSI/Europe – Italia; OIPA Italia Onlus; LAV Onlus; ENPA Onlus; Save the Dogs and Other AnimalsEssere Animali OdVLegambiente Onlus; LNDC Animal ProtectionAnimal Equality Italia Onlus; CIWF Italia Onlus.