Arriva lo stop definitivo alla strage dei pulcini maschi

Dopo anni di lotte, la legge italiana sulla tutela degli animali, contro la sofferenza degli esseri viventi, ha raggiunto un bellissimo traguardo, una vittoria che può essere considerata una vera e propria svolta storica: i pulcini maschi non saranno più brutalmente uccisi dopo la schiusa delle uova. 

Coop ha appoggiato fin da subito la campagna di sensibilizzazione «Fermiamo la strage dei pulcini maschi» di Animal Equality Italia, associazione in campo da tempo su questo tema, promuovendo negli scorsi anni la campagna: «Salviamo il pulcino maschio».  

La rete delle cooperative di consumo a livello nazionale ha sostenuto concretamente l’iniziativa diventando il primo supermercato in Italia a vendere solo uova «cruelty-free», provenienti da allevamenti senza la soppressione di pulcini maschi. 

L’emendamento presentato al Governo nel 2021 è stato discusso e ora è stata promulgata la legge: entro il 2026 sarà vietato l’abbattimento crudele di tutti quei pulcini che vengono considerati scarti dell’industria delle uova. 

Progressivamente sarà risparmiata la vita dai 25 ai 40 milioni di pulcini ogni anno: una svolta storica che dal 2026 metterà la parola fine a questo terribile sterminio. 

Già da qualche anno, il numero dei pulcini maschi uccisi è diminuito sempre di più grazie alla prima macchina per l’in-ovo sexing, in funzione dal 2021, che permette di riconoscere il sesso dell’embrione molto prima della schiusa delle uova.  

Festeggiamo questo momento come il giorno di una grande conquista per l’eliminazione della crudeltà nei confronti degli animali!