Qual è l’effetto dato dalla voce umana sui cani?

Una recente ricerca pubblicata su NeuroImage e riportata da VelvetPets.it spiega alcuni effetti della voceumana sui cani, illustrando i meccanismi e le reazioni in grado di influenzare il comportamento dei nostri amici a quattro zampe.

Secondo il gruppo di ricerca questi effetti sarebbero paragonabili a quelli di una mamma su un bimbo piccolo. I ricercatori hanno effettuato degli esami sul cervello degli animali, usando un esperimento che viene abitualmente sottoposto ai bambini: lo “strange situation experiment”.

Nel complesso questo esperimento si compone di otto passaggi differenti: i cani rimangono soli in una stanza sconosciuta dalla quale entrano ed escono costantemente una serie di persone, tra cui anche i padroni. Intanto i ricercatori monitorano le reazioni neurologiche degli amici a quattro zampe grazie a risonanze magnetiche funzionali.

Quali sono i risultati della ricerca sui cani? Attraverso l’operazione di monitoraggio è stato possibile studiare quali aree del loro cervello si attivassero. Il gruppo di ricerca ha scoperto che a livello cerebrale un cane reagisce alla voce del padrone allo stesso modo in cui un bimbo reagisce alla voce della madre.

In sostanza il centro neurale della ricompensa (ovvero la parte del cervello legata alle sensazioni di piacere) reagisce in maniera più attiva quando a parlare è il suo proprietario.

La reazione del cane non cambia anche quando “il suo umano” è distante o non in vista, il che significa che al pet basta la voce del padrone per essere felice.

I ricercatori hanno scoperto anche che le reazioni positive alla voce umana non sono legate ai complimenti. Al cane basta sentire il suono della voce, non necessariamente comprendere quello che gli si sta dicendo.

Un ulteriore studio ha dimostrato come la voce del padrone sia in grado di ridurre gli stati di stress e apportare benefici allo stato d’animo del quattro zampe.